Il Tibet celebra il 58° anniversario della rivolta nazionale a Lhasa

Foto Ansa

È il 10 marzo del 1959 la data ricordata come la più drammatica per gli abitanti del Tibet, quel piccolo stato teocratico schiacciato tra Cina e India. Cinquantotto anni fa ci fu l’insurrezione della popolazione di Lhasa contro l’occupazione militare, a cui fece seguito una repressione che causò la morte di migliaia di tibetani. Ancora oggi, dopo 58 anni, la situazione in Tibet rimane tesa a causa della presenza della Cina nel territorio tibetano. L’anniversario nazionale dell’insurrezione di Lhasa ha lo scopo oggi di denunciare la censura e la violenza del governo cinese in Tibet.

Un gruppo di tibetani si riunisce in occasione del 58 Anniversario dalla rivolta di Lhasa contro il regime militare

Giulia Torlone

Aquilana di nascita, si è laureata in Italianistica e vive a Firenze. Ha lavorato nel settore della cooperazione internazionale occupandosi di ufficio stampa. Redattrice su temi di diritto alla cittadinanza e giustizia sociale, ha concentrato il suo lavoro sui Paesi del bacino del Mediterraneo.