"Problemi burocraticitra medici di base e Aslper scaricare il pass"

Filippo Anelli, il presidente Fnomceo "Tecnici al lavoro per la soluzione"

Filippo Anelli è il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo). Lumsanews lo ha intervistato riguardo alle criticità riscontrate dai cittadini che non riescono a scaricare la certificazione verde.

Molti guariti non riescono a ottenere il green pass perché l’Asl o i medici di base che hanno emesso la certificazione di fine isolamento non riescono a inserire i dati nel sistema “tessera sanitaria”. Come è possibile aiutare queste persone?

“Bisognerebbe capire qual è la criticità. Stiamo avendo molte difficoltà per i soggetti che sono guariti dal Covid ma che sono stati vaccinati prima del contagio. Gli altri hanno problemi di carattere burocratico, legati a errori di inserimento o di disallineamento tra le varie piattaforme. Questi casi si risolvono facilmente contattando il centro del dipartimento di prevenzione oppure il medico di famiglia può fare una verifica rispetto ai dati che ha inserito”.

Numerosi medici si trovano impreparati o non sanno come comportarsi per tentare di recuperare il certificato. 

“Se una cosa non è stata mai fatta, è necessario un percorso formativo o di informazione su come utilizzare le piattaforme. Ovviamente in un periodo come questo, ci siamo organizzati apprendendo dagli errori che venivano fatti”.

Esiste quindi un problema di comunicazione con le Asl di riferimento? Vi è capitato di ricevere chiamate da parte di cittadini o medici di base in cerca di spiegazioni? Se sì, voi cosa gli dite?

“Un po’ tutte le Asl hanno messo a disposizione numeri verdi o indirizzi mail per andare incontro ai problemi dei cittadini. Molto spesso non è facile comprendere dove è l’inghippo. Quindi un esperto informatico da parte dell’Asl può individuare più facilmente il problema per provare a risolverlo. Anche molti medici hanno dato disponibilità per trovare ulteriori soluzioni. Il vero problema sta nel fatto che gli operatori sanitari non hanno accesso a tutti gli aspetti e alla gestione complessiva della piattaforma. Per cui hanno fatto bene le Asl a individuare tecnici che possono intervenire e provare a risolvere il problema”.

Alessio Brandimarte

Mi chiamo Alessio Brandimarte, ho 23 anni e vengo da Roma. Laureatomi in scienze politiche alla LUISS nel 2019, ho iniziato a scrivere di sport per la rivista online LifeFactoryMagazine.