Presidi, caos nelle scuoleGiannelli lancia l'allarme"Il servizio è snaturato"

Confusione per le regole sui positivi chiesta semplificazione dei protocolli

La maggior parte degli istituti scolastici italiani ha difficoltà con la didattica a causa delle regole poco chiare sul Covid. Il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, Antonello Giannelli, ha lanciato l’allarme sulla gestione pandemica nelle scuole: “Mentre la politica è concentrata solo sull’appuntamento dell’elezione del prossimo Presidente della Repubblica, nella maggior parte delle scuole si lavora nel caos. Il servizio è completamente snaturato e deve supplire alle carenze di quello sanitario territoriale”.

Giannelli ha sottolineato che i presidi non riescono più a occuparsi di questioni scolastiche ma solo di problemi sanitari e parasanitari: “I dirigenti sono sottoposti a una pressione psicologica senza precedenti anche da parte dei genitori che chiedono loro conto della farraginosità della procedura e dell’inerzia delle ASL”. Il presidente di Anp ha voluto sottolineare che in questo momento  gli studenti colpiti dalla pandemia hanno bisogno di particolare attenzione.

La richiesta è di semplificare quanto prima i protocolli sulla gestione dei casi: “Un’emergenza perdurante da due anni non può tramutarsi in un cronico stravolgimento delle regole. Chi, come noi, è in trincea è a disposizione per contribuire alla semplificazione del protocollo di gestione dei casi di positività in classe. Innumerevoli volte ne abbiamo reiterato la richiesta senza ottenere risposte”.

Francesco Fatone

Mi chiamo Francesco Fatone, nato il 14 marzo 1995 e laureato in Scienze Politiche a Napoli, sono contributor su due riviste. Attualmente sono studente del Master in Giornalismo LUMSA.